fbpx
The CTO Show

Kubernetes: perché non è la panacea di tutti i mali

Kubernetes è una tecnologia che ha aperto nuove frontiere di scalabilità in ambito Serverless. Ma la sua complessità può essere un freno per gli sviluppatori, più che un abilitatore. Come risolvere questo paradosso?

Ne ho parlato nel CTO Show 027 con Rodric Rabbah, fra i creatori di Apache Openwhisk, CTO e co-founder di Nimbella. Buon ascolto!

Ps. La puntata è stata registrata in inglese, nel video la trovi sottotitolata.

Mettere il Cloud a disposizione dei dev: la storia di Rodric

Da quando 6 anni fa ha cominciato a lavorare con il serverless, mi racconta Rodric Rabbah, ha intuito che c’era l’opportunità di fare qualcosa di grande. Creare nuove tecnologie e mettere a disposizione il Cloud a sempre più sviluppatori, anche con skillset diversi, ed è proprio per questo che dopo le sue esperienze al MIT e in IBM ha deciso di fondare Nimbella. Obiettivo? Rendere il cloud più semplice da utilizzare.

Ne parliamo dal minuto 00:50.

Open Source e Community

Ne abbiamo parlato anche la scorsa settimana: l’Open Source è molto di più del semplice codice aperto e utilizzabile! Rodric è stato fra i creatori di Apache Open Whisk e proprio per questo ho voluto parlare con lui di Open Source e del ruolo fondamentale che svolge la Community in un progetto del genere: non c’è Open Source se non ci sono contribution guidelines e se non si ragiona sul modo per incoraggiaere la partecipazione degli sviluppatori!

Ne parliamo dal minuto 3:13.

Kubernetes spiegato al CEO

Kubernetes è un container orchestration system: puoi pensarlo come un sistema operativo per il cloud! Si tratta di una tecnologia basata sull’infrastruttura e che quindi per molte aziende viene interpretata come una soluzione al problema di scalabilità, permettendo di automatizzare e liberare risorse.

Ma allo stesso tempo… Kubernetes non è la panacea di tutti i mali! Ne parliamo dal minuto 6:28.

Ma perché Kubernetes è così complesso?

Beh, per prima cosa perché le infrastrutture stesse sono complesse! In più, ci sono diverse distribuzioni di Kubernetes, molto diverse se legate a AWS, a Azure o a Google Cloud ad esempio. Per questo Kubernetes può diventare un vero e proprio incubo per uno sviluppatore!

Quali sono le soluzioni possibili per ridurne la complessità? Ne parliamo dal minuto 11:56.

Kubernetes e Scalabilità

Perché è in ogni caso collegato ai server e questo ti impone dei vincoli e delle rigidità sia nella crescita che quando si decide di ridurre le risorse. Ci sono alternative? Ne parliamo dal minuto 16:48.

Qual è il vero costo di Kubernetes?

Kubernetes è una tecnologia complessa: sarebbe semplice dire che i costi si riducono a poche centinaia di dollari o euro al mese! In realtà quello che va considerato è il costo delle persone che vi sviluppano e anche il peso cognitivo che Kubernetes porta con sé.

Ne parliamo dal minuto 19:52.

Must Learn del CTO Mastermind

  • Learning Apache OpenWhisk di Michele Sciabarrà: un libro per imparare a conoscere il mondo Serverless in generale e in particolare quello di Apache Open Whisk.
  • Forrester Analysis Report: un report molto dettagliato che analizza il Function As a Service in relazione a diversi Cloud Provider, e che trovate sul sito di Nimbella!

Sei un CTO, un Leader Tech o vorresti esserlo? Unisciti al CTO Mastermind!

Vuoi confrontarti con i migliori CTO di tutta Italia? Entra subito nella community CTO Mastermind su Slack, insieme a +250 CTO e Leader Tecnologici da tutta Italia!

Author

Alex Pagnoni

Sono un imprenditore tecnologico con più di 20 anni di esperienza nella costruzione di tech companies. Aiuto sia i singoli CTO come mentore del CTO Mastermind che le tech companies come Fractional CTO tramite Axelerant e come CEO di Innoteam, la parent company di un gruppo di brand di consulenza in ambito team management, Cloud, DevOps, sviluppo software e marketing technologies. Inoltre sono il conduttore del CTO Podcast e il fondatore del CTO Mastermind. Puoi saperne di più sul mio sito personale e se hai bisogno della mia consulenza puoi inviarmi un messaggio tramite il form di contatto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *